Ricerca

Torna indietro

RE-PERG® uno stress test che documenta la disfunzione dei neuroni retinici

 

I RE-PERG® rappresentano uno stress test, una sorta di "prova da sforzo" in grado di valutare la performance delle cellule retiniche ganglionari, ovvero la capacità di tali neuroni di seguire correttamente il "ritmo veloce" di un perg steady-state. L'abilità di tali neuroni di mantere il corretto ritmo di fase dello stimolo contraddistingue una condizione di normalità. Diversamente una patologica variabilità intrinseca di fase documenta una disfunzione metabolica che precede la vera e propria apoptosi di tali cellule neuronali. In soli 3 minuti i RE-PERG® consentono quindi di discriminare soggetti sani dai malati. L'elevata variabilità intrinseca del segnale, un comportamento "caotico" dei neuroni retinici che precede l'apoptosi si osserva nella malattia glaucomatosa come in tutte le patologie neurodegenerative.

https://drive.google.com/file/d/0B0XmioBQMKJOTU9iYmhGRUpjS28/view?usp=sharing

https://drive.google.com/file/d/0B0XmioBQMKJOUzRVMnpYZV93RTA/view?usp=sharing

 

 

L'occhio è la parte "visibile" del cervello e molto spesso i neuroni retinici sono coinvolti in determinate patologie neurodegenerative come l'Alzheimer, il Parkinson, SM e SLA.

E' in corso uno studio in collaborazione con ricercatori neurologi per identificare un marcatore biologico utile per la diagnosi precoce di tali patologie. L'elevata variabilità intrinseca di fase del segnale può diventare un biomarker di patologie neurodegenerative, il tanto atteso marcatore biologico di malattie la cui diagnosi richiede spesso lunghi periodi di osservazione e numerosi e costosi esami, come ancora oggi avviene con glaucoma ed Alzheimer's disease.

https://drive.google.com/file/d/1k7j6gtcYU8vnc2U6KGanX3pvUQ4pGouG/view?usp=sharing

 

 

 

 

 

 

RE-PERG® uno stress test che documenta la disfunzione dei neuroni retinici